Legge Concorrenza  a salvaguardia della trasparenza previsto l'

Legge Concorrenza a salvaguardia della trasparenza previsto l' obbligo del preventivo scritto per tutti i professionisti.

'Legge Concorrenza  a salvaguardia della trasparenza previsto l' obbligo del preventivo scritto per tutti i professionisti.'

La legge 4 agosto 2017, n. 124 – detta Legge sulla concorrenza, in vigore dal 29 agosto, è intervenuta sulle professioni cosidette protette dagli avvocati ai notai, dagli ingegneri agli agrotecnici, dai farmacisti agli odontoiatri, contribuendo a rinnovare lo svolgimento delle prestazioni, a cominciare dalla fase del conferimento dell’incarico. La novità di maggior rilievo riguarda la trasparenza del rapporto con il cliente, essendo stata prevista l' obbligatorietà del preventivo della prestazione professionale, per gli avvocati e per tutti gli altri professionisti. Il legislatore, anche su indicazione dell’Antitrus, ha previsto che l’avvocato e gli altri professionisti dal 29 agosto, data di entrata in vigore della legge, dovranno comunicare la previsione dei costi, in forma scritta e articolata per voci di spesa. In verità il Garante aveva auspicato e sperato in qualcosa di più, come la rimozione di una serie di limiti alla concorrenza contenuti nella legge 247/2012; tuttavia nella versione definitiva non è stata confermata la riserva di competenza per l’attività di consulenza legale e stragiudiziale, che resta appannaggio esclusivo degli iscritti all’ordine forense. La nuova norma ha modificato anche le forme di esercizio della professione legale, in particolare nelle società tra avvocati. La forma societaria è consentita solo a società di persone, società di capitali o società cooperative, con la possibilità di soci di capitale. Tuttavia i soci professionisti (avvocati o professionisti iscritti ad altri albi) devono essere almeno due terzi del capitale sociale e dei diritti di voto. Vietata comunque la partecipazione societaria tramite società fiduciarie, trust o per interposta persona. E resta in ogni caso il “dogma” della «personalità della prestazione professionale», pur se conferita alla società. La responsabilità della società e quella dei soci non esclude la responsabilità del professionista che ha eseguito la prestazione. Quanto agli ingegneri, viene meno l’equivoco sulle società, estendendo a quelle costituite in forma di società di capitali o cooperative la disciplina della legge n. 266 del 1997, che per prima aveva consentito l’esercizio della professione in forma societaria. Per quanto riguarda gli agrotecnici, è stata estesa a questi soggetti l’abilitazione a compiere una serie di operazioni in materia catastale. Per tutti i professionisti, oltre al vincolo del preventivo in forma scritta, è previsto l’obbligo di indicare e comunicare a prescindere i titoli conseguiti e le eventuali specializzazioni «al fine di assicurare la trasparenza delle informazioni nei confronti dell’utenza».

Hai bisogno di completare la tua Formazione Professionale?
Acquisisci CFP con i pacchetti in promozione con corsi a scelta di
Formazione Professionista
Pacchetti a partire da 10 CFP per architetti
da 59.57 €

Pacchetti a partire da 8 CFP per avvocati
da 79.50 €

Pacchetti a partire da 8 CFP per ingegneri
da 89.00 €