Domande frequenti
Domande frequenti
COSA COMPORTA L'INTRODUZIONE DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA?
In preparazione alla nuova normativa sulla Fatturazione Elettronica che entrerà in vigore dal 1 Gennaio 2019, puoi compilare la modalità di recapito delle fatture elettroniche nella sezione 'dati di fatturazione' della tua area personale. Ti ricordiamo infatti che, a partire da questa data, a norma dell’art.1 co. 3 del DLgs. 127/2015, le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabili ovvero identificati ai fini IVA in Italia, devono essere documentate mediante fattura elettronica.
QUALI DATI DEVO FORNIRE PRIMA DI FARE UN ACQUISTO CON FATTURAZIONE ELETTRONICA?
I metodi tra cui puoi scegliere per il recapito delle fatture elettroniche sono due: inserendo il tuo indirizzo PEC o il Codice destinatario fornito direttamente dall’Agenzia dell’Entrate. In caso di inserimento di entrambi i dati, la priorità verrà data al codice destinatario.
  • Codice Destinatario, codice che deve richiedere se ha un servizio di fatturazione elettronica con un intermediario accreditato
  • Indirizzo email pec, per ricevere la notifica direttamente nella sua casella di posta accreditata
PERCHÈ IL CODICE DESTINATARIO E/O INDIRIZZO PEC SONO FACOLTATIVI?
La fattura elettronica contiene l'informazione del suo codice fiscale e/o partita iva, per cui una volta che l'avremo inviata all'Agenzia delle Entrate tale fattura sarà disponibile nell'area https://ivaservizi.agenziaentrate.gov.it/portale/ alla quale potrai accedere utilizzando le credenziali Fisconline.
POSSEGGO GIÀ UN CODICE DESTINATARIO?
Il codice destinatario è un codice che viene assegnato solo agli intermediari accreditati come canale per l'invio e ricezione con l'SdI (Sistema di Interscambio). Quindi se hai un servizio di fatturazione elettronica con un intermediario accreditato (provider) allora puoi utilizzare il loro codice destinatario, in questo modo le fatture destinate a te saranno inviate al canale indicato e quindi direttamente visualizzare, come fatture in ingresso, nel software che tale intermediario ti fornisce per la gestione delle fatture elettroniche.
DOVE COMUNICARE IL CODICE DESTINATARIO?
Se lo possiedi, il codice destinatario può essere comunicato ad ogni fornitore che deve emettere fatture verso di te, questo può essere fatto man mano che effettui degli acquisti. La soluzione migliore però è quella di inserire il codice destinatario accedendo al portale https://ivaservizi.agenziaentrate.gov.it/portale/ utilizzando le tue credenziali FiscoOnline. In questo modo, tutte le fatture elettroniche inviate dai suoi fornitori al Sistema di interscambio con la tua partita IVA saranno recapitate presso il provider da te scelto, senza che i suoi fornitori abbiano necessità di conoscere né la sua pec, né il codice destinatario del suo provider. I passaggi da fare per impostare la modalità di recapito sono:
  • Accedere al portale tramite le sue credenziali FiscoOnline
  • Scegliere quindi la sezione “Fatture e Corrispettivi”
  • Selezionare nei “Servizi Disponibili – Fatturazione Elettronica” la “Registrazione dell’indirizzo telematico dove ricevere tutte le fatture elettroniche”
  • inserire il codice destinatario e/o indirizzo email pec
QUALI SONO LE TEMPISTICHE PER RICEVERE LA FATTURA?
Dopo l'invio della fattura al sistema di interscambio SdI, questo entro pochi giorni accetta o scarta la fattura. Solo in seguito sarà notificato l'esito all'utente con la modalità scelta. Nei primi mesi dovrà attendere qualche giorno in più perchè prima di inviare le fatture al Sistema di Intersacmbio faremo ulteriori controlli per assicurarci di ridurre al minimo la possibilità che le fatture siano scartate, recuperare eventuali dati mancanti o assicurarci che tutto si svolga nel modo corretto.
COME PROVVEDERE ALLA CONSERVAZIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE?
Il servizio di gratuito di conservazione fattura elettronica lanciato dall’Agenzia delle Entrate è uno strumento utilissimo nella sua modalità implicita e automatica di conservazione di tutte le e-fatture che, per obbligo di legge, transitano attraverso lo SdI (il sistema di interscambio). Il servizio dell’Agenzia delle Entrate prevede espressamente un periodo di conservazione di 15 anni. Consigliamo vivamente di aderire a questo servizio (da rinnovare ogni tre anni) fin da subito andando alla sezione Fatture e Corrispettivi dell'area https://ivaservizi.agenziaentrate.gov.it/portale/ alla quale potrà accedere utilizzando le credenziali Fisconline. Alcuni provider forniscono già in abbinamento al servizio di fatturazione elettronica quello di conservazione, in ogni caso ti consigliamo di attivare anche quello gratuito dell’Agenzia delle Entrate. Consideri infatti il caso di dover chiudere la partita iva, in tal caso le fatture sarebbero conservate gratuitamente per tutto il tempo previsto dalla legga.
COSA SI INTENDE PER SCADENZA CREDITI?
Per "scadenza crediti" si intende la scadenza dell'accreditamento del corso e la relativa possibilità rilasciare il credito formativo, come definito dagli Ordini Professionali. I corsi acquistati per la formazione degli Avvocati devono essere completati entro la data di scadenza iscrizione oppure entro la data di "scadenza accreditamento" se inferiore alla data scadenza iscrizione. I corsi acquistati per la formazione degli Ingegneri devono essere completati entro 6 mesi dall'acquisto oppure entro la data di "scadenza accreditamento" se ricade prima della fine dei 6 mesi
ENTRO QUANTO TEMPO OCCORRE COMPLETARE I CORSI?
I corsi acquistati per la formazione degli Avvocati devono essere completati entro la data indicata nella scheda del corso al momento dell'acquisto oppure entro la data di "scadenza accreditamento" se minore della fine della data di scadenza iscrizione. I corsi acquistati per la formazione degli Ingegneri devono essere completati entro 6 mesi dall'acquisto oppure entro la data di "scadenza accreditamento" se ricade prima della fine dei 6 mesi.
COME SI SVOLGONO I CORSI?
I corsi si svolgono ONLINE e consistono in video lezioni registrate accessibili H24, tutti i giorni della settimana, da qualsiasi dispositivo fisso o mobile (pc, smartphone, tablet iOS, Android).
COME EFFETTUARE IL PAGAMENTO?
E' possibile acquistare effettuando il pagamento con carta di credito o Paypal oppure a mezzo bonifico bancario.
COME SI CARICANO I VIDEO DA SMARTPHONE E TABLET?
Se si utilizzano smartphone e tablet, i pulsanti di AVVIA LEZIONE sono due: il primo si trova nella schermata di accesso al corso. Il secondo si trova sotto il player video. Occorre cliccarli entrambi per avviare il video. Da pc, il pulsante di Avvia è solo uno.
COME SI ACCEDE AI CORSI ACQUISTATI?
Per accedere ai corsi acquistati occorre collegarsi al sito formazioneprofessionista.it, autenticarsi con le proprie credenziali e cliccare AREA PERSONALE - ACCEDI ALL'AREA PERSONALE - TUTTI I MIEI CORSI - I MIEI CORSI
DOVE SI TROVANO GLI ATTESTATI DEI CORSI COMPLETATI?
Gli attestati si trovano nella sezione ATTESTATI presente nella propria area personale.
I CORSI ACQUISTATI DEVONO ESSERE COMPLETATI NECESSARIAMENTE ENTRO IL 31 DICEMBRE?
Se i CFP servono per la formazione 2017, i corsi devono essere completati entro il 31/12/2017. In caso contrario, è possibile conservare i corsi non utilizzati e usufruirne per la formazione 2018 (entro 90 gg dall'acquisto per gli Avvocati, entro 180 gg dall'acquisto per gli Ingegneri)
COME AVVIENE L'ACCREDITAMENTO DEI CFP ACQUISITI?
Provvediamo noi, Provider accreditato CNI, a trasmettere i CFP acquisiti al CNI. Li ritrova caricati nella sua area personale MyIng
SONO PREVISTI TEST AL TERMINE DEI CORSI?
Al termine di ciascun modulo che compone il corso è previsto un questionario di verifica finale composto da domande a risposta multipla. Superato il test, si origina l'attestato per quel modulo e può proseguire con i successivi se presenti. In caso di mancato superamento del test, lo stesso può essere ripetuto tre volte prima che il modulo corrente venga resettato (come da modifiche regolamento CNI per i corsi accreditati dal 01/01/2018).
QUANTI CFP BISOGNA ACQUISIRE PER ESSERE IN REGOLA?
Per assolvere l'obbligo formativo occorre acquisire almeno 30 CFP
QUANDO VENGONO TRASMESSI I CFP AL CNI?
I crediti vengono trasmessi orientativamente entro 30 gg dal completamento di ciascun corso. Ma possono anche essere trasmessi successivamente. La data di completamento del corso, presente sugli attestati, determina l'attribuzione dei CFP all'anno in cui sono stati effettivamente conseguiti.
QUANTI CFP BISOGNA ACQUISIRE PER ESSERE IN REGOLA?
Per assolvere l'obbligo formativo occorre acquisire almeno 15 CFP all'anno di cui 3 in Deontologia. Nel triennio occorre possedere almeno 60 CFP di cui 9 nelle materie obbligatorie. In modalità Online è possibile acquisire massimo 24 CFP nel triennio.
COME AVVIENE L'ACCREDITAMENTO DEI CFP ACQUISITI?
Al termine di ciascun corso riceve l'attestato in PDF, subito disponibile nella sua area riservata. Deve provvedere a consegnarlo/trasmetterlo al suo Ordine di appartenenza.
COME SI SVOLGONO I CORSI?
Durante la visione della lezione, in un istante casuale, viene posta una domanda a risposta multipla inerente la parte di lezione vista fino a quel momento. Si avranno a disposizione 90 secondi per rispondere alla domanda e cliccare su "Inviami". Rispondendo correttamente alla domanda la lezione procede; in caso contrario la lezione riprende dall'inizio dell'ultimo argomento affrontato; le domande vengono scelte ogni volta a caso da una serie di possibili domande sull'argomento appena esposto e proposte in un istante di tempo variabile. Al termine della lezione si genera l'attestato in PDF nella sua area personale, sezione ATTESTATI.