15 milioni di euro per la mobilità sostenibile nelle città italiane

15 milioni di euro per la mobilità sostenibile nelle città italiane

'15 milioni di euro per la mobilità sostenibile nelle città italiane'

In arrivo PrIMUS, il programma di incentivazione per i progetti di mobilità ciclistica, sharing mobility e mobility manager

Approvato dalla Direzione Generale Clima ed Energia del MATTM un nuovo bando per gli interventi di mobilità sostenibile che cofinanzierà per il 75% a fondo perduto progetti per piste ciclabili, bici, sharing mobility e mobility manager. Il bando è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 33 dell’8 febbraio 2019 e sul sito del Ministero.

Il Programma di Incentivazione della Mobilità Urbana Sostenibile (PrIMUS) ha una dotazione di 15 milioni di euro da destinare ai Comuni con popolazione non inferiore a 50.000 abitanti, ampliando di fatto la portata del Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro che, con una dotazione di 35 mln di euro, riguardava esclusivamente i comuni con più di 100mila abitanti. Una scelta che, come ha dichiarato Vannia Gava, sottosegretario all’ambiente, ha triplicato il bacino di utenza potenziale, ma che risponde alla necessità di contrastare gli elevati tassi di inquinamento in città, a cui le automobili contribuiscono enormemente. PrIMUS, come viene spiegato nel bando “incentiva e cofinanzia scelte di mobilità urbana alternative all’impiego di autovetture private, favorendo la diffusione di forme di mobilità a basso impatto ambientale e di condivisione dei veicoli, nonché la propensione al cambiamento delle abitudini e dei comportamenti dei cittadini in favore della mobilità sostenibile“. Il cofinanziamento riguarda i progetti presentati dai Comuni per la realizzazione di nuove piste ciclabili in grado di rispondere alla domanda di spostamenti urbani casa-scuola e casa-lavoro, per lo sviluppo della sharing mobility in ambito urbano e delle attività di mobility management presso le sedi delle Amministrazioni dello Stato (sedi centrali e periferiche), delle Amministrazioni territoriali, delle scuole e delle università.

In particolare il bando prevede una misura esclusivamente dedicata alla sharing mobility a cui viene assegnato un finanziamento di 3,5 milioni di euro. Questa quota è indirizzata a due aspetti essenziali emersi nei lavori dell’Osservatorio della Sharing Mobility: la realizzazione di spazi di parcheggio dedicati ai servizi di vehicle sharing e gli incentivi alla domanda attraverso lo strumento dei Buoni Mobilità.

Nell’asse dedicato al Mobility Management, le misure cofinanziate dal bando prevedono l’acquisto di piattaforme di carpooling per gli spostamenti casa-lavoro delle Amministrazioni dello Stato (sedi centrali e periferiche), delle Amministrazioni territoriali, oltre che a scuole ed università. Inoltre in tema di ciclabilità è inserita la condizione che i percorsi finanziabili siano connessi alle stazioni ferroviarie e della metropolitana e che agli stessi percorsi siano connesse attrezzature di supporto utili anche alla bicicletta condivisa.

“Questo nuovo finanziamento è un impegno positivo del Ministero per l’Ambiente in direzione della mobilità sostenibile, per agevolare progetti innovativi e alternative all’auto nella mobilità urbana – ha dichiarato Anna Donati, responsabile mobilità Kyoto Club. “Significativo che i progetti dovranno rientrare nelle strategie delle città per la mobilità in bicicletta, la condivisione dei mezzi e lo sviluppo del ruolo dei mobility manager”.

Hai bisogno di completare la tua Formazione Professionale?
Acquisisci CFP con i pacchetti in promozione con corsi a scelta di
Formazione Professionista
Pacchetti a partire da 10 CFP per architetti
da 59.57 €

Pacchetti a partire da 8 CFP per ingegneri
da 89.00 €