Diritto del Lavoro

Diritto del Lavoro - Ultime News

I giudici d’Appello, in riforma della pronuncia del Tribunale, accoglievano l’azione di regresso proposta dall’INAIL nei confronti della società Alfa e di Tizio nella qualità di legale rappresentante della medesima società, con conseguente condanna Leggi tutto

Con la sentenza n. 923/2021, il Tribunale di Velletri si è pronunciato in tema di causa violenta nell’infortunio sul lavoro. Nella vicenda in esame, Tizio citava a giudizio l’Inail, chiedendo l’accertamento degli esiti invalidanti permanenti in Leggi tutto

Con la sentenza n. 8628 del 16 marzo 2022, la Corte di Cassazione si è pronunciata in tema di licenziamento per superamento del periodo di comporto. Nella vicenda in esame, i giudici d’appello rigettavano il reclamo proposto nei confronti di Tizia dal Leggi tutto

Con l’ordinanza n. 7682 del 9 marzo 2022, la Corte di Cassazione si è pronunciata in tema di infortuni sul lavoro, soffermandosi in modo particolare sul rapporto che intercorre fra equo indennizzo e rendita INAIL. Nella vicenda in esame, i giudici Leggi tutto

Con la sentenza n. 7058 del 3 marzo 2022, la Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata sulla ripartizione dell'onere della prova fra il datore di lavoro ed il lavoratore, il quale lamenti danni biologici, esistenziali, morali, nonché patrimoniali e non Leggi tutto

Con l’ordinanza n. 2869 del 31 gennaio 2022, la Corte di Cassazione, pronunciandosi in tema di licenziamento disciplinare, ha affermato che il datore di lavoro deve dimostrare le ragioni impeditive della tempestiva contestazione del fatto poi addebitato al Leggi tutto

Qualora intervenga una declaratoria giudiziale di nullità del trasferimento di azienda, tutte le vicende che riguardano il rapporto di mero fatto instaurato fra il prestatore e la cessionaria, comprese quelle risolutive, non producono alcun effetto sulla Leggi tutto

Con l’ordinanza n. 74 del 4 gennaio 2022, la Corte di Cassazione si è pronunciata in tema di contratti collettivi post-corporativi di lavoro, soffermandosi in particolar modo sulla loro efficacia. Nel dettaglio, il Tribunale Supremo ha affermato che “i Leggi tutto

Un’azienda che esercita una specifica attività può applicare un contratto collettivo di un diverso settore? L’art. 2070 c.c. dispone che “L'appartenenza alla categoria professionale, ai fini dell'applicazione del contratto collettivo si determina Leggi tutto

I contratti collettivi si articolano su due livelli: • nazionale (il cosiddetto CCNL); • territoriale/aziendale. Il contratto collettivo nazionale (CCNL) è quello che, oltre a fissare i trattamenti economici e normativi per i lavoratori di uno specifico Leggi tutto

Con l’ordinanza n. 1386 del 18 gennaio 2022, la Suprema Corte di Cassazione ha affermato che il datore di lavoro è tenuto a provare che, al momento del licenziamento del lavoratore, non vi fosse alcuna posizione di lavoro analoga a quella soppressa per Leggi tutto

Con l’ordinanza n. 2659 del 28 gennaio 2022, la Corte di Cassazione si è pronunciata sul divieto di intermediazione e di interposizione nelle prestazioni di lavoro in ordine agli appalti cosiddetti endoaziendali. Nella vicenda in esame, la Corte d'Appello Leggi tutto

Poiché il datore di lavoro ha potere di controllo sul lavoratore anche quando quest’ultimo sia in congedo per malattia, lo stesso è tenuto a comunicare al suo superiore le eventuali variazioni dell’indirizzo di reperibilità. Ciò è quanto ha Leggi tutto

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 23529/2021, ha stabilito che in tema di danno differenziale, l’importo della rendita INAIL deve essere scomputato dal giudice d’ufficio. Nel caso in esame, la Corte d’Appello confermava la condanna di una Leggi tutto

Non si configura il reato di omessa risposta alle richieste di informazioni dell'ispettorato del lavoro, ex art. 4 L. 628/1961, qualora il datore di lavoro, al quale sia stata genericamente richiesta la trasmissione della documentazione di lavoro, non Leggi tutto

Nel caso in cui la pensione di anzianità venga riconosciuta in ritardo dall’Inps, il pensionato ha diritto al risarcimento del danno che ne deriva; inoltre, dal momento che si tratta di un danno risarcibile in re ipsa, il pensionato è tenuto a provare Leggi tutto

Con l’ordinanza n. 8948/2020, la Suprema Corte di Cassazione ha stabilito che la malattia che deriva da mobbing rientra nell’alveo di quelle che sono le malattie professionali. Nel caso in esame, un lavoratore, subendo in maniera continua atti Leggi tutto

È discriminatorio non rinnovare il contratto a causa dell’orientamento sessuale del lavoratore. Ciò è quanto stabilito dalla Suprema Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 31071 del 2 novembre 2021. Nella vicenda in esame, la Corte d’Appello, in Leggi tutto

Con la sentenza n. 34422 del 15 novembre 2021, la Suprema Corte di Cassazione ha chiarito che per valutare la proporzionalità della massima sanzione disciplinare ovvero il licenziamento per giusta causa o giustificato motivo, non bisogna attenersi Leggi tutto

Per escludere l'applicabilità degli effetti retroattivi del nuovo contratto collettivo ai lavoratori cessati dal servizio prima della data di conclusione dello stesso, occorre che le parti sociali limitino tali benefici esclusivamente ai dipendenti ancora Leggi tutto

La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 33278 del 10 novembre 2021, ha stabilito che per il calcolo del trattamento di fine rapporto devono essere computate tutte le somme corrisposte in dipendenza del rapporto di lavoro, comprese le somme versate Leggi tutto

Con l’ordinanza n. 32363 dell’8 novembre 2021, la Suprema Corte di Cassazione ha affermato che la materia degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali è regolata dal principio dell’equivalenza delle condizioni, secondo cui va riconosciuta Leggi tutto

La Suprema Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 32473 dell’8 novembre 2021, ha stabilito che non può essere coperto dall’assicurazione INAIL l’incidente verificatosi durante un'attività non intrinsecamente lavorativa e non coincidente, per Leggi tutto

Con l’ordinanza n. 32159/2021, la Suprema Corte di Cassazione ha stabilito che il termine di complessivi 10 anni per la revisione della rendita per infortunio sul lavoro, previsto dal D.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124, art. 83 (Testo unico delle disposizioni Leggi tutto

Il D.L. n. 146/2021 ha previsto la proroga dei congedi parentali Covid al 31 dicembre 2021. Si tratta di un provvedimento che consente al lavoratore dipendente, genitore di figlio convivente minore di 14 anni, alternativamente all'altro genitore, di Leggi tutto

La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 26454/2021, ha stabilito che, nell’ambito delle procedure collettive, l’impresa è tenuta a rispettare il criterio delle cosiddette quote rosa nello scegliere i dipendenti da licenziare, cioè la stessa Leggi tutto

La NASPI è un'indennità mensile di disoccupazione spettante ai lavoratori dipendenti che perdono involontariamente il lavoro, a chi subisce un licenziamento, a chi scade il contratto a tempo determinato, a coloro i quali presentano dimissioni per giusta Leggi tutto

L’associazione in partecipazione altro non è che una forma particolare di contratto con cui un imprenditore (l’associante) si accorda con uno o più soggetti (associati), i quali si impegnano a fornire la loro attività lavorativa all’interno Leggi tutto

La Suprema Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 17051 del 16 giugno 2021, ha affermato che, per la determinazione del quantum dovuto al lavoratore in caso di licenziamento illegittimo, il reddito percepito dopo il licenziamento va detratto qualora Leggi tutto

Con la sentenza n. 9647 del 13 aprile 2021, la Suprema Corte di Cassazione ha stabilito che è illegittimo il licenziamento del dipendente che svolge altra attività ricreativa nel corso del periodo di assenza dal lavoro per malattia. Nella vicenda in esame, Leggi tutto

È legittimo l’arresto in flagranza del datore di lavoro che approfitta dello stato di bisogno dei suoi dipendenti, qualora venga provata tale condizione di difficoltà degli stessi. Ciò è quanto affermato dalla Suprema Corte di Cassazione con la Leggi tutto

Con l’ordinanza n. 22247/2021, la Corte di Cassazione si è pronunciata in tema di violazione del divieto di storno e del patto di non concorrenza. Nella vicenda in esame, la Corte d’Appello di Milano confermava la sentenza del Tribunale con cui era Leggi tutto

La Suprema Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 16154 del 9 luglio 2021, ha stabilito che, affinché la conciliazione sia valida, basta la presenza di un sindacalista delegato - pur non conosciuto dal dipendente - il quale presti un’assistenza idonea Leggi tutto

Va intesa come giornalistica, la prestazione di lavoro intellettuale, della sfera dell'espressione originale o di critica rielaborazione del pensiero, che, utilizzando il mezzo di diffusione scritto, verbale o visivo, è volta a comunicare ad una massa Leggi tutto

Con la sentenza n. 15119 del 31 maggio 2021, la Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata in materia giuslavoristica, affrontando il tema del licenziamento collettivo e della relativa procedura. In particolare, il Tribunale Supremo ha sottolineato che il Leggi tutto

“Le disposizioni della I. n. 92 del 2012, ed in particolare quelle relative alla procedura di convalida delle dimissioni, non si applicano automaticamente al pubblico impiego ma necessitano di uno specifico intervento legislativo di armonizzazione”. Ciò Leggi tutto

"In caso di cessazione del rapporto di lavoro, le indennità spettanti sono assoggettate alla prescrizione quinquennale ex art. 2948 n. 5 cod. civ. e non all'ordinario termine decennale, a prescindere dalla natura, retributiva o previdenziale, Leggi tutto

Poiché nei procedimenti relativi alle controversie di lavoro, il termine non minore di venticinque giorni previsto per il giudizio di appello dall’art. 435 c.p.c., comma 3, il quale deve intercorrere tra la data di notifica del ricorso e quella Leggi tutto

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 10378 del 20 aprile 2021, si è pronunciata in materia giuslavoristica, stabilendo che all’illegittima collocazione del dipendente in cassa integrazione consegue il risarcimento del danno e non la riammissione in Leggi tutto

La Suprema Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 12197/2020, si è pronunciata in ordine alla distinzione tra rapporto di agenzia e procacciamento di affari. Nel caso in esame, la Corte d’Appello accoglieva l'opposizione proposta da una società Leggi tutto

Con la sentenza n. 6500 del 9 marzo 2021, la Corte di Cassazione, pronunciandosi in materia giuslavoristica, ha stabilito che l’interesse all’esercizio dell’azione disciplinare da parte della P.A. permane anche nel caso di sopravvenuto collocamento in Leggi tutto

La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 9313 del 7 aprile 2021, si è pronunciata in materia di diritto del lavoro, affermando che, qualora il lavoratore sia sottoposto a procedimento penale, per valutare la tempestività dell’azione Leggi tutto

Il lavoratore che agisce in giudizio per sentire dichiarata l'illegittimità di un licenziamento, ha l'onere di provare l'esistenza del licenziamento stesso. A tal fine “non può ritenersi sufficiente la prova della cessazione di fatto delle prestazioni Leggi tutto

Il datore di lavoro, prima di procedere al licenziamento, deve prendere in considerazione tutte le possibilità di ricollocazione all’interno dell’azienda del lavoratore in esubero o che sia divenuto inidoneo alle mansioni assegnategli. È questo il Leggi tutto

Secondo l’art. 1 del CCNL per i Dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi “sono Dirigenti i prestatori di lavoro per i quali sussistano le condizioni di subordinazione di cui all'art. 2094 del cod. civ. e che ricoprono nell'azienda un ruolo Leggi tutto

Con la sentenza n. 7364 del 16 marzo 2021 la Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata sulla nozione di trasferimento d’azienda, soffermandosi soprattutto su quello che è il pensiero e la disciplina della Corte di Giustizia Europea in materia. Gli Leggi tutto

Con la sentenza n. 1514 del 25 gennaio 2021 la Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata in tema del licenziamento nullo, in quanto “ritorsivo”. In particolare, il Tribunale Supremo ha affermato che il licenziamento è nullo per motivo ritorsivo Leggi tutto

ABROGAZIONE IRBA: LA CONTROVERSA QUESTIONE DEI RIMBORSI PER GLI ANNI PRECEDENTI AL 2021

La legge di Bilancio 2021 ha abrogato - a decorrere dal 1° gennaio 2021 - tutte le norme afferenti all’imposta regionale sulla benzina per autotrazione (c.d. I.R.B.A.), facendo salvi gli effetti delle obbligazioni tributarie già insorte. Tale limitazione temporale, comporta un limite alla richiesta di rimborso dell’indebito per gli anni precedenti al 2021 e si pone, dunque, in contrasto con la normativa comunitaria che ha ritenuto illegittima l’imposta de qua. INDICE Consider

15/03/2021

Con l’ordinanza n. 2472 del 3 febbraio 2021 la Sezione Lavoro della Suprema Corte di Cassazione ha affrontato ancora una volta il tema della dequalificazione o demansionamento del lavoratore, affermando che queste condotte assunte dal datore di lavoro, Leggi tutto

Con l’ordinanza n. 5540 dell’1 marzo 2021 la Suprema Corte di Cassazione ha trattato il tema relativo al patto di non concorrenza, soffermandosi in particolare sulla sua nullità per indeterminatezza o indeterminabilità del corrispettivo spettante al Leggi tutto

Con la sentenza n. 3816 del 15 febbraio 2021 la Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata in ambito lavoristico, affrontando il tema delle prestazioni accessorie del pubblico dipendente, nel caso in esame, un infermiere. Secondo il Tribunale Supremo Leggi tutto

Per vertenza sindacale si intende il procedimento attraverso il quale il lavoratore può contestare condotte abusive del datore di lavoro. Un tipico esempio è rappresentato dalle controversie che concernono le prestazioni lavorative in nero: ricorrendo ad Leggi tutto

Con l’ordinanza n. 1403 del 22 gennaio 2021 la Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata in tema di lavoro, affermando che l’esercizio del potere direttivo ed organizzativo dell’appaltatore e l’assunzione da parte sua del rischio di impresa Leggi tutto

Nel caso in esame il Giudice di prime cure aveva dichiarato prescritti per decorso del termine quinquennale i contributi previdenziali portati da una cartella di pagamento propedeutica a fermo amministrativo cui si era opposto il signor C.S. La Corte Leggi tutto

Con la sentenza n. 29007 del 17 dicembre 2020 la Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata in tema di licenziamento. Più precisamente, ha affermato che è disposta la nullità del licenziamento in tutti i casi in cui il lavoratore, reintegrato dopo un Leggi tutto

Con la sentenza n. 13411/2020, la Suprema Corte di Cassazione ha offerto importanti chiarimenti sul concetto di insubordinazione, posta in essere anche al di fuori dell’orario di lavoro e, dunque, al di fuori dei locali aziendali. La quaestio ha origine Leggi tutto

I permessi previsti ai sensi dell’art. 33 della legge 104 possono essere riconosciuti ad un lavoratore per assistere un familiare disabile. I benefici che spettano ai destinatari della legge 104, vale a dire gli aiuti concessi sia ai disabili che ai loro Leggi tutto

PROCESSO TRIBUTARIO - NUOVE DISPOSIZIONI SPECIALI FINO AL 31 OTTOBRE 2020

L’art. 221, comma 2, D.L. n. 34/2020 convertito, con modifiche, dalla Legge n. 77 del 17/07/2020 (in G.U. n. 180 del 18/07/2020), ha stabilito una disciplina speciale per la gestione del processo civile con efficacia limitata al 31 ottobre 2020. In sostanza, l’art. 221 cit. ha modificato l’art. 83 D.L. n. 18/2020 convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 27 del 24/04/2020. Poiché l’art. 83, ultimo comma, cit. è, però, rimasto invariato, le recenti disposizioni, in quant

23/07/2020

COVID-19 E CONGEDO PARENTALE STRAORDINARIO: PROROGA AL 31 LUGLIO 2020

Il decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020 (decreto Cura Italia) ha introdotto una nuova forma di congedo a favore dei genitori, anche affidatari, per contrastare l’emergenza Covid-19: il congedo parentale straordinario. Non si tratta altro che di un nuovo strumento giuridico che permette alternativamente a entrambi i genitori lavoratori con figli di età inferiore ai 12 anni di godere, individualmente o in coppia, fino a 15 giorni al mese di permessi retribuiti al 50% dello stipendio. Tu

05/06/2020

La legge di bilancio 2018 al comma 137 dell’art. 1 modifica il cd. ticket licenziamento. Già l’art. 20 del D.D.L. bilancio aveva previsto un tangibile aumento del ticket sui licenziamenti, introdotto dalla riforma Fornero per le aziende che Leggi tutto

Il prossimo 13 gennaio entrerà in vigore il nuovo regolamento per l’accertamento delle assenze dal servizio per malattia. Il decreto n. 206 del 17.10.2017, pubblicato in G.U. il 29 dicembre scorso, contiene le nuove procedure per l'accertamento Leggi tutto

Un inizio 2018 positivo per i dipendenti pubblici dei ministeri, agenzie fiscali ed enti pubblici non economici. E’ stato firmato il nuovo contratto che riguarda il triennio 2016-2018. Oltre agli aumenti, il nuovo contratto siglato dai dipendenti Leggi tutto

E' scattato lo scorso 12 ottobre l’obbligo, da parte del datore di lavoro, di comunicare all’Inail gli infortuni subiti sul lavoro che comportano una prognosi superiore a un giorno, oltre a quello dell’infortunio. La comunicazione ha soli fini Leggi tutto